CONTRATTI DI SVILUPPO

Linea Industriale, Commerciale e Turistica 

(Titolo II e III Progetti di investimento – Titolo IV Progetti di innovazione)

 

I Contratti di Sviluppo mirano al sostegno degli investimenti strategici, anche esteri, riguardanti vari settori, quali industria, turismo e tutela ambientale, realizzati soprattutto nelle aree del territorio nazionale identificate come svantaggiate e nel Mezzogiorno.

Il programma di investimento può comprendere anche uno o più progetti di ricerca, di sviluppo e di innovazione, connessi e funzionali tra loro. Il programma del Contratto viene definito attraverso procedura negoziale e l’importo minimo degli investimenti varia da 7,50 (settore agricolo) a 20 Milioni di euro (settore industriale), in base al settore in cui ricade il progetto.

A seguito della recente introduzione del Piano Industria 4.0, il Ministero dello Sviluppo Economico intende utilizzare il Contratto di Sviluppo per:
1. fornire una corsia preferenziale per le risorse impiegate e le nuove tempistiche definite, focalizzato su interventi strategici;
2. stimolare l’intervento finanziario delle Regioni;
3. accelerare la realizzazione di programmi di rilevante dimensione e di significativo impatto sul territorio.

Verrà data priorità, relativamente a risorse e tempistiche, ai grandi progetti di investimento, da almeno 50 Milioni di euro (20 per il settore agricolo), e ai progetti che comprendono un significativo impatto occupazionale, che dimostrino capacità di attrazione degli investimenti esteri e coerenza con quanto tracciato dal Piano Industria 4.0.

 

Download:

  1. Scheda di Sintesi – Industriale
  2. Scheda di Sintesi – Industriale/Agricolo
  3. Scheda di Sintesi – Turistico
  4. Scheda di Sintesi – Tutela Ambientale